La belle époque (2019) Streaming ITA
Il tuo voto:
Vota!
23 Visualizzazioni

La belle époque (2019) Streaming ITA

Regista:

Nicolas Bedos

Protagonisti:

Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant, Pierre Arditi, Denis Podalydès, Tobias Licht, Sébastien Corona...
Victor, un sessantenne disilluso, vede la sua vita sconvolta il giorno in cui Antoine, un brillante imprenditore, gli propone qualcosa del tutto inedito: mescolando artifici teatrali e ricostruzione storica, ha la possibilità di tornare indietro nel tempo, al periodo che più preferisce…
  • Commenti
  • Download
  • Steaming & Download

    LA BELLE EPOQUE: L'IMPORTANZA DEI RICORDI
    Diretto e sceneggiato da Nicolas Bedos, La Belle Epoque racconta la storia di Victor, sessantenne che vede la sua vita stravolta dall'incontro con Antoine. Imprenditore in ascesa, Antoine gli offre una possibilità unica: ricorrendo a un mix di rievocazione storica e artifici teatrali, la sua società offre ai clienti l'opportunità di rivivere in maniera approfondita un periodo storico da loro appositamente scelto. Victor decide allora di rivivere quella che a parer suo è la più bella epoca della sua esistenza, facendosi riportare a quarant'anni prima, alla settimana in cui incontrò il suo più grande amore.

    Con la direzione della fotografia di Nicolas Bolduc, le scenografie di Stéphane Rozenbaum, i costumi di Emmanuelle Youchnovski e le musiche di Anne-Sophie Versnaeyen, La Belle Epoque è stato così presentato dal regista in occasione della partecipazione fuori concorso al Festival di Cannes 2019: "Tutto nasce da un'immagine che ho da sempre in mente, da una situazione che trovo al tempo stesso patetica e divertente. Avevo davanti agli occhi un uomo che va avanti da anni a litigare con la moglie, che lo critica per la sua mancanza di socievolezza e per la sua incapacità di adattarsi ai tempi. L'uomo esce dalla cucina e si dirige in fondo al corridoio dove esiste una piccola stanza in cui tutto, dalle pareti alle vecchie vhs, lo riporta agli anni Settanta. È come se entrasse in una speciale bolla di protezione che si è creato egli stesso per regredire, tornare indietro nel tempo e tirare un sospiro di sollievo. Dall'immagine di quest'uomo che vacilla nel presente e si nasconde in un periodo i cui codici lo rassicurano e proteggono è nata l'idea di La Belle Epoque, una commedia che ha come obiettivo quello di mettere in scena le vertigini e la sconfitta psicologica che spesso si provano nel vivere il presente e il loro antidoto, se vogliamo a volte ridicolo e molto commovente".

    "Come nel mio film precedente, Un amore sopra le righe, #la storia raccontata è del tutto inventata", ha proseguito Bedos. "Faccio però riferimento spesso a cose che sono accadute a me o a persone che mi stanno intorno. D'altra parte, ho bisogno di caratterizzare i personaggi con caratteri, emozioni e così via. Tendo dunque a bilanciare finzione e realtà in un continuo gioco di specchi: se una situazione non mi tocca particolarmente da un punto di vista personale, non sono in grado di raccontarla mentre, se dall'altro lato riproduce meccanicamente qualcosa di vero, non mi dice cinematograficamente molto. La Belle Epoque parla del tempo che passa e dell'importanza dei ricordi. Senza voler fare il Marcel Proust della situazione, da sempre credo di aver paura dei sentimenti che svaniscono o dei ricordi che scompaiono. Con i miei film e spettacoli teatrali, cerco - invano - di recuperare attraverso la finzione l'intensità di un momento e di rimettere insieme frammenti di esperienze vissute: ricordi ed esperienze sono tutto ciò di cui siamo fatti. Sebbene la nostalgia permei la storia, non sono caduto nella retorica e ho evitato di far comparire il passato meglio del presente: racconto semplicemente la nostalgia di un uomo vulnerabile, che ha visto le pagine di un romanzo, di un giornale o di un fumetto, trasformarsi in una emoticon o in una gif".

    Ancora nessun commento.
    Non vuoi essere il primo a commentare?